Altri articoli pubblicati da Federica Scarponi
il nichel
COME COMPORTARSI IN CASO DI ALLERGIA DIAGNOSTICATA AL NICHEL.
A ciascuno la sua acqua...
Saper scegliere l'acqua giusta, a seconda delle proprie esigenze.
acidita' gastrica
L'ACIDITA' GASTRICA E' MOLTO FASTIDIOSA....SE NE SOFFRI ECCOTI ALCUNI CONSIGLI PER MIGLIORARE LA SITUAZIONE!
I Nutrienti
Le sostanze che ci permettono di vivere.
i trigliceridi
GRASSI...NO GRAZIE!!!!!COME RIDURNE LA LORO PRESENZA NEL SANGUE?
il colesterolo
COME COMBATTERE IL COLESTEROLO
il mondo del cibo
cosa sonosci del cibo?ecco un riassunto di
La Piramide Alimentare
La Piramide Alimentare, il nostro punto di riferimento per un'alimentazione sana ed equilibrata.
Le Tabelle L.A.R.N.
Ad ognuno la sua parte.
Non solo frumento...
Le alternative al frumento per un' alimentazione sana e variegata.
ritenzione idrica-cellulite
Pelle “a materasso”, “a buccia d’arancia”…..è la cellulite!!!!!!!! Si tratta di un accumulo di acqua, grassi e tossine, che si annida proprio sotto la pelle in alveoli che l’imprigionano. Diversi fattori possono favorire la comparsa della cellulite: sesso (lei preferisce le donne!), eredità genetica, cattiva circolazione, ormoni, diete continue, mancanza di esercizio fisico, stress e tabacco. La cellulite ti distrugge il morale? REAGISCI!!! E’ una ribelle, tenace come pochi e non scompare mai spontaneamente. Per circoscriverla bisogna sferrarle un attacco con tutti i mezzi, associando alimentazione equilibrata, massaggi, creme e attività fisica……l’avventura rischia di andare per le lunghe ma al termine “dell’operazione anti-cuscinetto” avrai non solo una pelle liscia e una figura snella, ma anche una schiena dritta, il ventre piatto e un fiato da campionessa. Buon lavoro!!!!!!!!!!
I 7 Gruppi
I 7 Gruppi

Come ogni cosa in natura, anche gli alimenti hanno una funzione ben precisa: essi ci donano l'energia necessaria per svolgere tutte le nostre attività quotidiane. Ne esistono diversi tipi, ognuno con le sue caratteristiche nutrizionali ed uno specifico valore nutritivo.

Tuttavia, nessun alimento da solo contiene tutti i principi nutritivi indispensabili; è importante, quindi, variare la nostra alimentazione, così da garantire al nostro organismo l'apporto energetico necessario, derivante da tali sostanze.

Come fare per variare in modo corretto ciò che mangiamo?

A correre in nostro aiuto arriva l' Istituto Nazionale di Ricerca per gli Alimenti e la Nutrizione: gli esperti hanno creato 7 gruppi, all'interno dei quali gli alimenti presentano caratteristiche compositive e nutrizionali simili. Tali gruppi sono:


1. CARNE, PESCE, UOVA

Forniscono proteine di elevato valore biologico, ferro, alcune vitamine del gruppo B come la tiamina e la niacina, lipidi (in particolare prosciutti, salumi e insaccati). Tra questi alimenti, sono da preferire la carni magre e il pesce; va invece limitato il consumo da carni grasse e insaccati.

2. LATTE E DERIVATI

Forniscono calcio, fosforo, proteine di elevato valore biologico, alcune vitamine del gruppo B (riboflavina), lipidi di tipo prevalentemente saturo.

Tra gli alimenti da preferire si consigliano il latte parzialmente scremato, lo yogurt da latte parzialmente scremato e in genere tutti i formaggi freschi poco grassi.

3. CEREALI E DERIVATI

Forniscono carboidrati complessi (amido), proteine di scarso valore biologicouna buona quantità di vitamine del gruppo B. Se il prodotto è integrale, contiene anche fibre alimentari.

Questi alimenti sono fondamentali per il funzionamento dei muscoli e quindi vanno assunti ad ogni pasto principale (colazione, pranzo e cena).

4. LEGUMI SECCHI

Forniscono carboidrati complessi (amido), proteine di discreto valore biologico, vitamine del gruppo B (soprattutto tiamina), ferro, calcio fibra alimentare.

Gli alimenti appartenenti a questo gruppo sono utili per chi non ama mangiare carne o pesce in quanto, se consumati insieme a pasta pane o riso, possono sostituire l'apporto proteico di origine animale.

5. GRASSI DA CONDIMENTO

Forniscono lipidi, acidi grassi (saturi, monoinsaturi e polinsaturi), acidi grassi essenziali (acido linoleico e acido linolenico), vitamine liposolubili: A, D, E.

I grassi hanno un elevato potere energetico quindi vanno assunti con parsimonia. E' preferibile usare l'olio d'oliva piuttosto che gli altri grassi di origine vegetale e animale perchè è ricco di "grassi buoni", utili per tenere sotto controllo il colesterolo cattivo.

6. ORTAGGI E FRUTTA FONTI DI VITAMINA A

Troviamo: carote, zucca gialla, peperoni, spinaci, biete, broccoli, cicoria, indivia, lattuga, radicchio verde, albicocche, pesche, kaki, melone giallo.
Forniscono caroteni (Pro-Vitamina A) ed altre vitamine, minerali ( potassio e fosforo), fruttosio, fibra alimentare e acqua.

7. ORTAGGI E FRUTTA FONTE DI VITAMINA C

Troviamo:  pomodori, peperoni, cavolfiori, broccoli, cavoletti di Bruxelles, patate novelle, la frutta di sapore acidulo, (limoni, arance, mandarini, pompelmi, clementine) ananas, fragole, kiwi, lamponi.
Forniscono vitamina C ed altre vitamine, minerali ( potassio e fosforo), fruttosio, fibra alimentare e acqua.

Sia gli alimenti di questo gruppo sia quelli del precedente sono fondamentali per il nostro organismo perchè costituiscono un'ottima fonte di VITAMINE. Inoltre hanno un elevato contenuto di acqua e sono poco calorici, ad eccezione della frutta molto dolce (mandarini, uva, banane, fichi, kaki): perciò vanno mangiati in abbondanza.

Infine non dobbiamo dimenticare un altro elemento fondamentale della nostra alimentazione: l'acqua. Essa non costituisce un gruppo vero e proprio ma è ugualmente importante per varie funzioni (digestiva, di trasporto delle sostanze nutritive, ecc...). Durante il giorno ne perdiamo molta, quindi bisogna ricordarsi sempre di bere almeno 2-2,5 litri di acqua al giorno per mantenerci attivi e sani!

comments powered by Disqus
Segnala il sito ad un amico Se hai apprezzato questo sito, vuoi aiutarci a farlo conoscere o ritieni che possa essere utile ad un tuo conoscente condividilo tramite i maggiori social network o email.
Le informazioni contenute in queste pagine, pur soggette a continue verifiche, possono contenere errori e/o omissioni e non devono in alcun modo intendersi come sostitutive della prestazione professionale.